Assalto al bus della Juventus: arrestati tre tifosi del Napoli

Share
Assalto al bus della Juventus: arrestati tre tifosi del Napoli

Nei giorni immediatamente successivi, sono state eseguite, a Napoli e Caserta, perquisizioni domiciliari a carico di alcuni degli identificati, nel corso delle quali è stato rinvenuto materiale vario comprovante la diretta responsabilità in merito ai reati contestati. La Digos di Frosinone, avvalendosi anche delle immagini dell'impianto di videosorveglianza dell'autogrill, ha identificato finora 3 degli "ultras" responsabili dell'assalto: due partenopei di 23 e 24 anni e un 33enne casertano, con precedenti specifici; proseguono le indagini per l'identificazione dei restanti malviventi.

Questi i fatti così come riportati dall'articolo del giornale: l'agguato è avvenuto la notte tra sabato e domenica del 14 maggio scorso quando i sostenitori napoletani hanno accerchiato una decina di tifosi juventini residenti a Brindisi.

I sostenitori napoletani accerchiarono i bianconeri, li picchiarono e lanciarono fumogeni all'interno del loro pulmino. Gli ultrà napoletani, dopo la violenza, avevano anche preso dal furgone dei tifosi juventini alcune borse - contenenti denaro, oggetti personali e documenti -, prima di rimettersi in viaggio e allontanarsi verso Napoli.

Mentre i supporters bianconeri erano intenti a fare rifornimento, nell'area di servizio sono arrivati sei mezzi da Torino con a bordo una quindicina di tifosi azzurri ed in pochi istanti, come immortalato dalle telecamere, si sarebbe scatenata una guerriglia. Questa mattina gli arresti.

Share

Advertisement

Related Posts

Ricercatori napoletani scoprono meccanismo che blocca crescita dei tumori
Esiste un meccanismo biologico che, nel caso in cui dovesse andare "in tilt", potrebbe innescare la miccia del cancro . Se fosse confermata, potrebbe essere una delle scoperte in campo scientifico più importanti degli ultimi anni.

Uomini e Donne news: Claudio Sona sotto tiro, lo attacca anche Gabbana
Il web nel frattempo è diviso tra chi difende Sona e chi, a gran voce, invita Serra a diffondere le famose prove che lo inchioderebbero.

Catania, l'ex Messina Cristiano Lucarelli è il nuovo tecnico
Lucarelli , insieme ai nuovi membri dello staff tecnico , sarà presentato ufficialmente il prossimo 4 luglio. E domani mattina è previsto l'incontro per la firma sul contratto che dovrebbe essere biennale.

Dia di Catania confisca beni per 1,3 milioni di euro
Questo giovedì mattina, 15 giugno, la Direzione investigativa antimafia di Catania , diretta dal 1° dir. Successivamente scarcerato, il procedimento penale risulta ancora pendente per le citate imputazioni.

Isis, difesa Russia: Al Baghdadi ucciso in raid il 28 maggio
Venne catturato a Falluja ed è stato prigioniero degli americani in Iraq per dieci mesi, fra febbraio e dicembre 2004. Lo ha riportato l'agenzia di stampa Tess che ha pubblicato un comunicato del Ministero della Difesa russo .

Genova, 81enne entra in A7 in contromano e provoca incidente
A causa di un'automobilista che guidava in contromano si è verificato un brutto incidente sulla carreggiata in direzione Milano. Lo scontro frontale con una BMW che sopraggiungeva sulla corsia di sorpasso e che non si aspettava di trovarselo lì.

"Perdonami", Brad Pitt chiede scusa a Jennifer Aniston
Brad Pitt ha deciso di correggere i suoi errori, vuole davvero migliorare la sua vita e tornare sui suoi passi. Mi chiama 'fratello' e mette zizzania tra me e Wyatt, il mio vero fratello, che ora non mi parla più.

È quello di Chia il litorale più bello
In Campania premiate con 5 vele , oltre che il comprensorio turistico Sud Cilento , anche la Costa di Maratea e il Golfo di Policastro .

Porto Cesareo, 30enne cade sugli scogli e muore davanti alla moglie
Dramma questa mattina, dove l'uomo, un 30enne, è scivolato, in circostanze da chiarire, battendo la testa e morendo sul colpo . Tutto è accaduto a Porto Cesareo, in un tratto di scogliera in zona "Scalo di Furno", intorno alle 12 .30.

Mercato auto Europa in crescita: +7,7%, Fiat Chrysler supera Ford
Per quanto riguarda i marchi, invece, a maggio registriamo un nuovo successo per Fiat che cresce del +15.6%. Le registrazioni di Alfa Romeo sono state quasi 8.200 (+47,8%) con la quota che passa dallo 0,4 allo 0,6%.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.