Pisa: bottiglie Molotov contro auto della polizia penitenziaria

Share
Pisa: bottiglie Molotov contro auto della polizia penitenziaria

Tre persone con il volto coperto la scorsa notte hanno lanciato bottiglie incendiarie contro due auto della polizia penitenziaria parcheggiate nei pressi della caserma degli agenti vicino al carcere Don Bosco di Pisa.

Secondo quanto sostengono SAPPE, OSAPP e UILPA, il detenuto ha agito così per protesta perché si è reso necessario trasferirlo in un'altra sezione, visto che nella stessa mattinata si era reso protagonista di una rissa presso il locale passeggi. Sull'episodio indagano i carabinieri. L'atto è al momento senza rivendicazioni.

Molotov contro le auto della polizia penitenziaria. "Gli investigatori sono al lavoro e speriamo che il loro lavoro dia presto i frutti utili per identificarli", spiega in una nota Pasquale Salemme, segretario nazionale per la Toscana del Sappe. "Eppure, nonostante tutto questo, l'Amministrazione Penitenziaria regionale della Toscana non fa nulla per sanare e porre rimedio a queste gravi criticità".

Sul caso è intervenuto anche l'Osapp, Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria. Abbiamo scritto anche al prefetto, chiedendo di intercedere con il governo per un aumento di personale e magari autorizzando l'ausilio dei militari dell'operazione "Strade sicure", vista l'allerta terrorismo degli ultimi tempi e il concreto rischio per le forze dell'ordine. "Sono ormai evidenti - commenta Fattorello - i danni seguenti alla scellerata gestione delle carceri dopo l'apertura delle celle disposta da una irresponsabile Amministrazione che ha voluto ciò senza calcolare le conseguenze e che mettono a dura prova le donne e uomini della polizia penitenziaria che continuano a garantire la legalità negli istituti penitenziari senza risorse umane, né mezzi e sistemi di sicurezza". Ogni 9 giorni un detenuto si uccide in cella mentre ogni 24 ore ci sono in media 23 atti di autolesionismo e 3 suicidi in cella sventati dalle donne e dagli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria. Secondo quanto si è appreso da fonti inquirenti, l'impianto di videosorveglianza ha filmato la scena ma la qualità delle immagini "è pressoché inservibile dal punto di vista investigativo". Da una prima sommaria ricostruzione dei fatti, gli attentatori avrebbero lanciato una o due bottiglie incendiarie da una distanza di alcuni metri all'esterno della recinzione che delimita l'area dove si trovano ai piani superiori gli alloggi degli agenti penitenziari.

Share

Advertisement

Related Posts

Maturità: Le 'traccie' con una 'i' di troppo sul sito del Miur
Colpa della società di informatica che gestisce in queste ore gli aggiornamenti della pagina web dedicata agli esami di maturità . Anche in quel caso, il sito del Miur corse ai ripari correggendo il titolo di studio in "diploma di assistente sociale ".

Bassetti, per me don Milani è santo
Secondo Francesco, " don Lorenzo ci insegna a voler bene alla Chiesa con la schiettezza che può creare tensioni ma mai fratture".

Incendio in Portogallo, le cause del rogo a Pedrogao Grande
Arrivati ieri i primi aiuti internazionali, attesi per oggi due aerei italiani e due spagnoli. Il cadavere dell'uomo è stato ritrovato dentro la macchina , quello del bimbo all'esterno.

Alcatel U5 è disponibile anche in Italia
La batteria è una 2.050 mAh che, insieme ad Android 6.0 Marshmallow, permette buone prestazioni in termini di durata. Tre le colorazioni disponibili: Volcano Black-Cocoa Gray, Volcano Black-Sharp Blue e Pure White-Grey.

Agrigento, difende una donna e viene accoltellato a morte: arrestato il killer
L'omicidio è avvenuto a Canicattì , in provincia di Agrigento: la vittima è M.V., bracciante agricolo di 22 anni. Il giovane è morto in ambulanza, durante il trasporto verso l'ospedale "Barone Lombardo".

Londra, van su fedeli fuori da moschea: 10 feriti
La polizia ha confermato che sono almeno dieci i pedoni investiti dal furgone. "Alcune persone lo colpivano", ha detto. L'uomo finito in manette era alla guida del mezzo che ha guidato contro le persone presenti in quel momento in zona.

Morto lo studente 22enne condannato a 15 anni in Corea del nord
Ohio - È morto lo studente statunitense rilasciato dalla Corea del nord nei giorni scorsi. Le sue condizioni si erano deteriorate rapidamente dopo la sentenza.

Nasa, scoperti altri 219 pianeti: 10 sono abitabili
Se andiamo avanti con le caratteristiche sappiamo che i pianeti più simili alla nostra Terra sono, per adesso, almeno una ventina. Ogni stella messa sotto osservazione, infatti (per adesso quasi 600), ha una serie di pianeti che le orbitano intorno.

Skype "down": non funziona in tutta Europa
Non c'è stata invece nessuna comunicazione ufficiale da parte di Microsoft , che nel 2011 ha acquisito l'app di messaggistica.

Qualcomm sta progettando il nuovo Snapdragon 450: ecco i primi rumors
Stando agli ultimi rumor arrivati, Qualcomm sta già lavorando su quello che dovrebbe essere l'erede del popolare Snapdragon 435 . Canale Offerte , Canale News , Gruppo Telegram , Pagina Facebook , Canale YouTube e il Forum .

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.