Dodicenne olandese rifiuta chemio, giudice gli dà ragione

Share
Dodicenne olandese rifiuta chemio, giudice gli dà ragione

Un ragazzino olandese di 12 anni ha ottenuto da un giudice la possibilità di non sottoporsi alla chemioterapia per il trattamento di un cancro al cervello. I giudici di primo grado aveva già dato ragione al ragazzo ma il padre aveva fatto appello e oggi la seconda decisione: il dodicenne è perfettamente in grado di decidere in merito ai trattamenti sanitari che intende fare o che intende rifiutare.

GENITORI: I genitori del giovani, mentre il processo continuava, si sono divorziati con la mamma che è al fianco del figlio e lo sostiene nella sua lotta, e il padre che ha cercato le vie del tribunale pur di cambiare la decisione del ragazzo. Dopo la radioterapia e un'operazione chirurgica andata a buon fine, il ragazzo ha deciso di evitare ulteriori trattamenti, temendo degli ulteriori effetti collaterali. Pare che la madre abbia influito con le personalissime convinzioni circa la medicina tradizionale.

David ha preso la decisione di rifiutare la chemioterapia malgrado fosse stato informato del fatto che così facendo le sue probabilità di sopravvivere si riducono drasticamente, almeno del 50%. La donna, infatti, è una sostenitrice delle terapie alternative. Secondo il giudice che sul caso si è espresso nei mesi scorsi "David è preoccupato soprattutto degli effetti collaterali della chemioterapia e del peggioramento della qualità della sua vita. E David ha preso la sua decisione".

Share

Advertisement

Related Posts

Orrore a Parma, madre e figlia massacrate
Sul luogo, è presente il pm di turno Paola Dal Monte, la polizia scientifica e diverse pattuglie della squadra mobile di Parma . Un dettaglio del giovane ricercato: il suo telefonino risulta irraggiungibile proprio dal momento del ritrovamento.

Catania: muore bimbo 6 anni e 27enne ragusano
Sul posto tre ambulanze, le forze dell'ordine e il personale del 118 che ha tentato invano di rianimare il piccolo. Non sono ancora chiare le dinamiche dell'incidente, in una delle strade più pericolose dell'Isola.

Banca Generali alza la stima della raccolta 2017 fino a 5,5 miliardi
Le masse gestite e amministrate per conto della clientela al 30 giugno 2017 sono stimate dalla società a 52 miliardi di euro complessivi, con un rialzo del 9,5% da inizio anno.

Tragico incidente stradale, consigliere comunale muore nello schianto contro un camion
Il camionista ha cercato di evitarla creandole anche un varco, tra la corsia e lo spartitraffico, ma niente da fare. A dare l'allarme alla centrale regionale del 118 è stato lo stesso conducente del camion.

I convocati di Milan Lugano e la probabile formazione
Il mister è intervenuto a Milan TV innanzitutto nel post-partita: " Sono soddisfatto dell'atteggiamento, sono tutti motivati". Gigio è nostro figlio, adesso avrà bisogno di sostegno e lui dovrà essere più tranquillo e più forte.

Calcinacci dal Ponte Monumentale, vigili del fuoco intervenuti di notte
Per l'occasione è stata anche utilizzata la nuova piattaforma aerea tridimensionale giunta da poco al Comando di Genova . Per garantire la sicurezza la corsia col senso di marcia a scendere è stata chiusa.

Juventus, salta la tournée in Messico
Lo scorso 10 luglio è ufficialmente iniziata la stagione della Juventus . La Juventus salterà la parte messicana del suo tour in America .

Roma, si avvicina Cengiz Ünder
Raggiunto l'accordo con il club turco per quello che in patria viene considerato il Paulo Dybala turco. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti da Pinzolo, la Roma ha chiuso per il turco Cengiz Under .

Trono Over, Barbara De Santi sta con Michele D'Ambra?
Tanto da essere furiosa con lui, soprattutto dopo che sono spuntate altre prove contro di lui. Quanto successo negli ultimi tempi, però, ha cambiato radicalmente le cose.

Corso Quadrio si sposta al coperto, Bucci: "Al vaglio 3 soluzioni"
Basta degrado, abusivismo e merce contraffatta o di dubbia provenienza, a cielo aperto . Secondo indiscrezioni, il più accreditato è quello della Sala Chiamata del Porto.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.