Bologna, parla Donadoni prima del match di domani con la Fiorentina

Share
Bologna, parla Donadoni prima del match di domani con la Fiorentina

Ci sono nato, è una fortuna, calcio con tutti e due i piedi, nello stretto e in certi casi uso più il mancino. I giocatori forti si arginano ragionando da squadra, se li lasci liberi e hanno fame agonistica possono fare la differenza.

Ancora una sfida complicata per gli uomini di Donadoni, che ha parlato alla vigilia del match contro la Fiorentina.

Se poi a queste statistiche ci aggiungiamo quelle prodotte nei Bologna-Fiorentina, ecco che i derby dell'Appennino senza successo rossoblù salgono a quota 6 in Serie A (l'ultima affermazione è frutto del derby giocato alla 26esima giornata del 2012/2013 e terminato col risultato di 2-1). Dobbiamo essere più intraprendenti, insistere di più nella ricerca del gol.

"Stasera Palacio ha fatto la differenza nelle sue giocate, ha avuto tre occasioni da gol: la prima l'ha messa fuori, la seconda l'ha messa dentro, la terza ha colpito il palo. All'interno dei dati statistici della gara infatti sono ben poche le voci in positivo per i rossoblù: la principale è stranamente il possesso palla al 53% di cui però soltanto 6'52" nella metà campo avversaria a conferma della tendenza difensiva di questo avvio di stagione. Destro? Non stava bene, conto di averlo in perfette condizioni martedì contro l'Inter. L'ho portato in panchina con noi, ma più che altro contavo di averlo per la partita contro l'Inter.

Il mister ancora non si espone con previsioni riguardo all'andamento del campionato per il Bologna, ma si mostra comunque molto fiducioso della squadra che "fa vedere qualcosa e deve lavorare". Maietta? Vedremo domani e lunedì.

Share

Advertisement

Related Posts

Omicidio Noemi, bottiglie molotov contro l'abitazione del 17enne reo confesso
In questi giorni, i genitori dell'omicida reo confesso sono rimasti sempre a casa con le finestre chiuse e le serrande abbassate. Al vaglio dei militari dell'Arma, potrebbero poi finire i nastri di eventuali telecamere installate in zona.

Primavera 1, Genoa - Juventus 1-1: a Caligara risponde Zanimacchia
A disposizione: Loria, Abreu Freitas, Pereira Serrao, Anzolin, Delli Carri, Morrone, Nicolussi, Merio, Di Pardo, Petrelli.

Iran, i Pasdaran avvertono: "Abbiamo il 'padre di tutte le bombe'"
Queste bombe sono a nostra disposizione. "Possono essere lanciate dagli aeromobili Ilyushin e sono altamente distruttive". La Moab (acronimo di Massive Ordnance Air Blast bomb ), è stata sviluppata nel 2003 durante la guerra americana in Iraq.

Alife (Caserta): uccide il padre per difendere la madre da un pestaggio
Secondo quanto confessato al pubblico ministero, il giovane ha fruito di un fendente e sferrato un colpo fatale alla vittima. Una tragica fatalità ha tolto per sempre Giuseppe Leggiero all'affetto di chi lo amava.

Juve, Marotta: "A Barcellona non perfetti, De Sciglio? Rosa numerosa"
Infine Marotta 'si stringe' ad Agnelli: "Confidiamo nella valutazione dei fatti da parte di un collegio giudicante". La preoccupazione è sinonimo di saggezza, che tutti devono avere.

D'Alema a Di Francesco "Frase non mia, tiferò per te"
Ognuno è libero di dire ciò che vuole ma bisogna conoscere le persone e le loro caratteristiche umane per dire determinate cose", ha detto l'allenatore abruzzese.

Pioli: "Bella vittoria. Chiesa? Gran gol. Ma deve migliorare"
Federico Chiesa , assoluto protagonista nel successo della Fiorentina contro il Bologna , è intervenuto ai microfoni di Sky Sport subito dopo la gara.

Eseguite due misure cautelari nei confronti di uomini violenti
L'uomo le lancia contro oggetti, la minaccia di morte promettendole di romperle le gambe e di fargliela pagare . Nel primo caso lei, 20 anni ha lasciato il fidanzato di 30 anni, al termine di una relazione durata un anno.

Parigi, allarme rientrato per l'aereo evacuato all'aeroporto Charles De Gaulle
Un passeggero, James Anderson, racconta su Twitter che "tutti sono stati perquisiti da ufficiali di polizia armati". L'allarme, tuttavia, è rientrato e il volo BA 0303 è potuto partire verso Londra Heathrow.

M5S, Becchi: "Di Maio è incandidabile, ha procedimenti penali in corso"
Se c'è qualcosa in cui i 5 Stelle sono fenomenali, infatti, è fare quadrato attorno a un proprio membro . Ma ora, Di Maio ricorda che gli attivisti del movimento sono "ancora qui, più forti di prima".

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.