In permesso per curare il cane

Share
In permesso per curare il cane

Un permesso retribuito di due giorni per assistere il proprio cane che si doveva sottoporre a un intervento chirurgico.

Il cane andava operato per una paralisi alla laringe e la donna, single, non poteva delegare a nessuno l'assistenza: è riuscita a dimostrare che la cura dell'animale giustificava il permesso per gravi motivi personali e familgliari, creando così un importante precedente. L'ufficio del personale l'ha invitata a motivare meglio la richiesta, visto che non c'erano precedenti per l'assistenza di animali domestici.

La donna si è rivolta allora alla Lav. Gli avvocati dell'ong hanno recuperato alcune sentenze della Corte di Cassazione che configurano il reato di maltrattamenti per la mancata cura di un animale e quindi hanno presentato un nuovo documento all'università romana, che ha concesso 48 ore di permesso.

L'impiegata ha potuto sostenere così che, se non avesse assistito il suo cane, avrebbe commesso un reato. "È un altro passo avanti verso un'organica riforma del Codice Civile che speriamo il prossimo Governo e il prossimo Parlamento avranno il coraggio di fare, approvando la nostra proposta di Legge ferma dal 2008". Una notizia "bellissima" per la presidente del Movimento Animalista Michela Vittoria Brambilla, che chiosa: "Gli animali d'affezione sono e vanno considerati membri della famiglia a tutti gli effetti".

Share

Advertisement

Related Posts

Vantaggi e svantaggi di giocare sul web
I siti dei casino disponibili in rete invece permettono di fare scommesse anche con cifre minime di solito 50 centesimi o un euro. Si può giocare d’azzardo dal letto prima di addormentarsi, o mentre si è in coda alla cassa del supermercato.

Il Tar ribalta la Commissione elettorale: il sindaco senza maggioranza
Cambieranno quindi gli equilibri in consiglio, con 17 consiglieri al centrodestra. Ora, per Carlo Salvemini e i suoi c'è la possibilità del Consiglio di Stato .

Cavani: 'Chiellini l'avversario più forte, nessuno mi ha picchiato come lui'
Secondo il calciatore del PSG , Giorgio Chiellini , incoronato anche da un sito inglese è il più forte difensore in circolazione. Maradona invece è il giocatore più forte della storia del calcio.

Cilindro del Freno Grave Aircraft
Quando si parla del sistema frenante idraulico del vostro veicolo, il cilindro è una parte di massima importanza. Se siete degli esperti di auto saprete già che il cilindro del freno ha bisogno di essere rimosso con cura.

Per Nadal obbiettivo Wimbledon per riprendersi la vetta del ranking
I trofei vinti in carriera da Nadal sono ben 73: 53 sulla terra, 15 sul cemento, 4 sull’erba e uno sul veloce indoor. In pratica, chi tra i due farà meglio a Wimbledon, sarà il numero uno del mondo nel cuore dell’estate.

Effetti Collaterali delle Cattive Abitudini Alimentari
Per rendere il tutto più semplice, prova a pianificare i tuoi piatti, e la relativa spesa di ingredienti sani, in anticipo. Una lunga serie di problemi di salute, spesso prevenibili e anche curabili, sono causati dalla cattiva alimentazione.

Mercato auto, Milano regina di immatricolazioni
Ed è di fatto proprio la Lombardia e il suo capoluogo, Milano, a raggiungere un vero e proprio boom di immatricolazioni. Se Milano ottiene i grandi numeri in quanto ad immatricolazioni, le motivazioni sono diverse.

A4, scontro tra tir, bus e autocarro: un morto
Un secondo incidente è accaduto subito dopo in coda e ha coinvolto una corriera , un mezzo pesante e un autocarro. La vittima era uno dei conducenti dei mezzi pesanti rimasti coinvolti nel tamponamento .

Appello di una madre al figlio: "abbandonato 43 anni fa, ti cerco"
Quando dall'amore segreto con un militare, originario delle sue parti, seppe di attendere un bambino, fu lasciata sola. Era il 3 agosto 1974 e Maria Cristina ebbe appena il tempo di vedere il bimbo, prima che le fosse portato via.

Denise Pipitone news: nuova foto riaccende le speranze di trovarla in vita
Denise Pipitone è scomparsa nel 2014 mentre si trovava vicino casa della nonna materna nel piccolo comune in provincia di Trapani. Era appena una bambina quando di lei si persero le tracce da Mazara del Vallo .

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.