F1 | Hartley e Gasly, un 2018 da "sogno che diventa realtà"

Share
F1 | Hartley e Gasly, un 2018 da

Saranno Pierre Gasly e Brendon Hartley i piloti della Toro Rosso nel Mondiale di F1 2018. Sono molto soddisfatto per aver convertito un'opportunità arrivata quasi come una sorpresa in un volante ufficiale.

Gasly e Hartley che hanno colpito favorevolmente Franz Tost per la rapidità di adattamento, nelle poche gare disputate: "Durante quest'ultima fase dell'anno hanno dimostrato di essere pronti per la Formula 1, di prendere rapidamente familiarità con la monoposto, mostrando buone prestazioni e di essere predisposti per questa sfida".

Felicità condivisa anche da Hartley che, chiamato per sostituire il francese negli Stati Uniti, chiude una stagione da campione del mondo Wec con Porsche confermando l'inusuale salto dall'endurance alla Formula 1. Siamo rimasti davvero colpiti dalla loro curva d'apprendimento. "Non tutti riescono a farlo, e non vediamo l'ora di lavorare con loro per una stagione completa".

La notizia era nell'aria già da alcune settimane, ma adesso la Toro Rosso ha anche confermato ufficialmente: saranno Brendon Hartley e Pierre Gasly i due piloti che tenteranno di portare in alto la bandiera del team di Faenza nel 2018. "Sono certo che continueranno a spingere forte e insieme al team lotteranno per dei bei risultati". Vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato ad arrivare fin qui: Red Bull, Toro Rosso, la mia famiglia e tutti quelli che mi hanno supportato nelle altre categorie.

Gasly, 21 anni compiuti a febbraio, si è laureato campione di GP2 lo scorso anno; non avendo trovato posto in Formula 1, ha deciso di competere nella Super Formula giapponese in questa stagione. Non potrei essere più felice, e devo davvero ringraziare Red Bull e Toro Rosso per aver creduto in me e avermi dato questa seconda chance: "i sogni possono diventare realtà".

Share

Advertisement

Related Posts

Tesla Semi, le foto ei dati del camion elettrico americano
La nuova Tesla Roaster sarà l'auto dei record non solo sul fronte delle prestazioni, ma anche dell'autonomia . Questi propulsori garantiranno un'accelerazione da 0 a 60 miglia orarie in appena 1,9 secondi.

Roma, Di Francesco studia la Lazio: Nainggolan tenta il recupero lampo
PAREGGIO - "Non dirò mai alla mia squadra che va bene il pareggio, poi magari a gara conclusa si può giudicare positivamente". Ma sono stati bravi anche a rigenerare alcuni giocatori come Luis Alberto. "Però deve essere in una condizione ottimale".

Roma, Di Francesco: "Mi auguro che sia una grande festa. Nainggolan? Vedremo"
Non dico di pensarla come Tommasi o Ulivieri ma il programma deve essere concreto. "Si devono ascoltare anche le idee altrui". Le situazioni vanno vissute. "Ognuno è padrone del proprio destino, sono curioso di sentire il nuovo programma di Tavecchio".

EA ha sospeso temporaneamente le micro transazioni su Star Wars: Battlefront II
Vi abbiamo sentito forte e chiaro quindi disattiveremo tutti gli acquisti in-game. Ora spenderemo più tempo ad ascoltare, aggiustare e bilanciare il gioco.

Italia ai mondiali? C'è ancora una speranza
I danesi erano giunti secondi nel loro girone e erano i primi a poter essere ripescati (anche l'Italia non si era qualificata). Quest'ultimo punto non è forse correttissimo, perché bisognerebbe arrivare al mondiale per merito, non per grazia divina.

Cantona, stoccata a Neymar: "Cosa ci è venuto a fare in Francia?"
Intervenuto ai microfoni di Yahoo Sport France, l'ex attaccante francese Eric Cantona ha voluto rivolgere ... duro a , in dal al Saint-Germain: " ?" queste dichiarazioni è la nei del , nelle stagioni è riuscito arrivare fondo Champions. "Abbiamo Neymar uno specifico - dichiarato - club la vogliono resti e resterà".

Nintendo Switch tra top invenzioni 2017
Nintendo Switch fa innamorare anche la testata giornalistica statunitense più famosa. Ebbene, con Nintendo Switch non bisogna smettere.

Stasera in tv: cosa vedere il 17 novembre
Che non si sdoppierà, ma il venerdì sera - per tre settimane - sarà su Rai1. Roma - Continua la liaison televisiva tra Carlo Conti e Maria De Filippi .

Basket, Fip: morte arbitro Mattioli, 1' silenzio su tutti campi
Lo comunica la Fip in una nota. "Ci stringiamo con grande affetto alla famiglia di Gianluca colpita dal tremendo lutto". Il 24 marzo del 2014, dirigendo Sutor Montegranaro-Armani Milano, aveva raggiunto le 600 partite arbitrare in serie A.

El Shaarawy: "Vogliamo vincere! Lazio in forma? Sì, ma noi…"
La non qualificazione non cancella però quanto di buono hanno fatto nella storia azzurra gente come Barzagli, De Rossi e Buffon. Spero di ripetermi, ma la cosa più importante sono i tre punti. È sempre una emozione speciale, una sensazione bellissima...

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.