Morte Emanuele Scieri, Commissione: "Non fu suicidio"

Share
Morte Emanuele Scieri, Commissione:

La conclusione choc: non fu suicidio. Il parà siracusano Emanuele Scieri fuaggredito prima di salire sulla torretta della caserma Gamerradi Pisa, ai piedi della quale fu ritrovato cadavere il 16 agosto1999.

"La Commissione - prosegue la Amoddio - ha scoperto dettagli sul clima generale che regnava nella caserma Gamerra di Pisa all'epoca dei fatti evidenziato la natura delle pratiche, il tipo di relazioni che venivano a stabilirsi tra anziani e reclute, il ruolo dei caporali e l'atteggiamento e la mentalità dei militari e le risposte date dai comandanti a livello di corpo e di brigata". Alla Gamerra, si legge, c'era "un'altissima, sorprendente tolleranza verso comportamenti di nonnismo" e ora "speriamo che il nostro lavoro posso restituire verità egiustizia alla memoria di Emanuele". In questi mesi la Commissione capeggiata dal presidente Sofia Amoddio, ha acquisito quasi seimila pagine di documenti e 45 udienze.

La tesi suggerita alla magistratura dalla Folgore, nel 1999, sarebbe diametralmente opposta a quella resa oggi dalla Commissione parlamentare d'inchiesta, che spiega: "Gli elementi da noi riscontrati consentono di escludere categoricamente la tesi del suicidio o di una prova di forza alla quale si voleva sottoporre Emanuele Scieri scalando la torretta".

Emanuele Scieri non si è ammazzato.

La commissione ha fatto emergere "le falle e le distorsioni di un sistema disciplinare fuori controllo ed ha rintracciato elementi di responsabilità depositandoli presso la Procura della Repubblica di Pisa". "Inoltre - conclude - abbiamo accertato che alla Gamerra avvenivano gravi atti di violenza, non riconducibili a semplice goliardia". "Il cadavere di Scieri fu manipolato per estrarre dal marsupio il telefono cellulare del ragazzo e risalire al suo numero di telefono".

Share

Advertisement

Related Posts

Istat, nuova ricerca evidenzia il rischio povertà per un italiano su tre
I paesi dove i redditi sono in assoluto distribuiti in modo più diseguale sono Romania, Lituania e Bulgaria. Al Nord il rischio è minore, ma le cifre negative sono comunque in aumento.

Bari, case popolari, tangenti
Al costruttore ed editore barese Dante Mazzitelli è stata invece notificata una misura interdittiva che vieta di esercitare per un anno le attività imprenditoriali.

Belen Rodriguez oggi in visita all'ospedale Gaslini di Genova
Ha poi visitato la Clinica Pediatrica-endocrinologia , ha incontrato il direttore Mohamed Maghnie e tanti bambini con gravi patologie.

Vantaggi e svantaggi di giocare sul web
I siti dei casino disponibili in rete invece permettono di fare scommesse anche con cifre minime di solito 50 centesimi o un euro. Si può giocare d’azzardo dal letto prima di addormentarsi, o mentre si è in coda alla cassa del supermercato.

Persona dell'anno 2017, Time premia #MeToo
L'annuncio è arrivato sul programma Today della Nbc, che solo pochi giorni fa ha licenziato il suo conduttore Matt Lauer. La 'persona dell'anno' 2017 , secondo Time , in realtà sono molte persone.

Arrestato il capo ultrà della Juventus, deve scontare 14anni
E' accusato di aver sparato a un tifoso avversario il 5 ottobre del 2016 in piazza Morbegno, zona viale Monza a Milano. Finisce in carcere Loris Giuliano Grancini , capo dei Viking , il gruppo ultras della Juventus .

AGCOM fa le pulci al gruppo Amazon: diffidate due società
Amazon dovrà dunque mettersi in regola con le norme sul lavoro che caratterizzano il settore postale. Chiederà l'autorizzazione o deciderà di fare la guerra?

Incendio in una ditta di solventi: due operai ustionati
Trasportati in ospedale Cto , due sono in codice rosso per le ustioni riportate. Sul posto sono immediatamente accorsi i vigili del fuoco e numerose ambulanze.

Rottamazione delle cartelle, si avvicina la scadenza del 7 dicembre
Al via le nuove regole sulla definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle. Il nuovo versamento dovrà essere fatto entro e non oltre il 7 dicembre.

Juventus, la Tv uffciale attacca l'Inter: "Dovete stare nelle fogne"
Un episodio, quello accaduto ieri, che infiamma l'attesa in vista del big match in programma sabato prossimo al JS. La sfida tra Juventus e Inter non è una partita come le altre, non lo è mai stata e mai lo sarà.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.