Hyundai presenta Nexo, il Suv fuel cell sempre più autonomo

Share
Hyundai presenta Nexo, il Suv fuel cell sempre più autonomo

Se con la linea Ioniq Hyundai esplora le possibilità date dalla mobilità elettrica con batteria, con Hyundai Nexo, crossover appena presentato al Ces 2018, fa un passo avanti nella mobilità a idrogeno, introducendo anche tecnologie per la sicurezza, la connettività e la guida autonoma.

La Nexo, come annunciato da Hyundai, è il primo dei 18 nuovi modelli elettrificati che il costruttore asiatico lancerà sul mercato da qui al 2025. Sulla scia dell'esperienza raccolta con Tucson-ix35 Fuel Cell, ovvero la prima fuel-cell vettura di serie al mondo, la casa coreana ha continuato a lavorare sulla tecnologia a idrogeno. Migliori anche le prestazioni. L'accelerazione 0-100 km/h si compie in 9,5 secondi, tre in meno della ix35. Il tutto poi si lega perfettamente con il sistema di stoccaggio dalla densità maggiore, totalmente nuovo come lo sono tutti gli accorgimenti attuati per portare alla ridurre delle vibrazioni e degli attriti che assicurano una buona autonomia, ma anche un comfort superiore.

La nuova Hyundai Nexo arriverà su alcuni mercati, tra cui gli Stati Uniti, già nel corso di questo 2018. A questo sia accoppia l'Highway Driving Assist che utilizza sensori e mappe per rendere più sicuro il viaggio all'interno dei limiti di velocità. Quindi l'LFA permette di avere una vettura con una guida praticamente semi-autonoma.

La nuova Hyundai Nexo potrà contare sul sofisticato sistema ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) che metterà a disposizione del guidatore diverse funzioni di assistenza avanzata.

Share

Advertisement

Related Posts

Gaffe Vwin: accordo con il Milan, ma c'è il logo della Juventus!
AC Milan ha annunciato ufficialmente la partnership pluriennale con Vwin, top brand in Asia di scommesse online . Accanto infatti all'immagine copertina di Bonucci e compagni campeggia infatti il logo della Juventus .

Juventus, brutte notizie a centrocampo: Marchisio fuori un mese
Come per Dybala sarà quindi difficile rivederlo in tempo per l'andata degli ottavi di Champions contro il Tottenham . Risultato appena 8 presenze tra campionato e coppe, di cui la maggior parte spezzoni di gara tra Serie A e Champions.

Malore al volante del camion, travolge dieci auto in sosta e muore
L'episodio è avvenuto attorno alle cinque di questa mattina, all'altezza del civico 36 di via Marziale . Inutili i soccorsi, l'uomo sarebbe morto immediatamente.

Brunello Cucinelli oltre la vetta del mezzo miliardo di ricavi
L'anno appena trascorso ha visto superare le vendite (sopra i 500milioni di euro) con un aumento in tutti i canali distributivi. I vertici di Brunello Cucinelli prevedono ottimi profitti nel 2017, sulla base della qualità delle vendite .

Movimento 5 stelle vs Vespa (e Fazio): che succede in Vigilanza
Insomma, una duplice strada per far fuori lo stesso obiettivo. Intanto, la campagna elettorale continua a suon di promesse.

L'Italia corteggia Deulofeu: tra Inter e Napoli spunta la Roma
L'ultimo nome è quello di Andrè Schurrle, che sta faticando al Borussia Dortmund e può essere una occasione di mercato . Milan e Inter pensano a Deulofeu ma il Barcellona deve fare accettare l'idea di lasciarlo partire temporaneamente.

I 40 anni di Gattuso, il Milan: "Esempio di umiltà e ambizione"
Dei giocatori arrivati la scorsa estate in maglia rossonera, non verrà ceduto nessuno. Capire quello che si fa, più in fretta possibile e pensare partita dopo partita.

PlayStation 4: vendute 5.9 milioni di console durante le festività natalizie
Sony Interactive Entertainment ha annunciato oggi le vendite registrate di PlayStation 4 durante le festività natalizie. PlayStation 4 ha venduto più di 5,9 milioni di unità durante la stagione natalizia 2017 .

Mancini: "Ct a giugno? Non lo escludo. Inter, manca un esterno offensivo..."
Roberto Mancini non si nasconde e apre, un'altra volta, alla possibilità di sedersi in futuro sulla panchina azzurra. Per quanto riguarda un ruolo in azzurro, prima dell'allenatore bisognerebbe eleggere il presidente.

Post-infarto: per le donne ci sono meno trattamenti e rischi più alti
Le donne hanno registrato una doppia probabilità di morire di infarto rispetto agli uomini nell'anno seguente al primo attacco. Meno donne che soffrono di infarto morirebbero se avessero ricevuto gli stessi trattamenti degli uomini.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.