Alitalia, Lufthansa a Calenda: "Prima tagli significativi". E rispunta Air France-Klm

Share
Alitalia, Lufthansa a Calenda:

Lufthansa chiede inoltre che la ristrutturazione deve avvenire prima dell'effettiva cessione, dovrà essere a carico dell'amministrazione straordinaria la quale dovrà provvedere quanto prima se vorrà avere la Lufthansa come relatore unico.

Lufthansa si dice interessata all'acquisizione di Alitalia ma solo se ci sarà una "significativa" ristrutturazione della compagnia aerea. La richiesta è contenuta in una lettera del ceo Carsten Spohr al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda.

I tempi dunque per la cessione dell'ex compagnia di bandiera si allungano ed è sempre più difficile che venga trovato un accordo prima delle elezioni di marzo: "Pur riconoscendo le preziose misure che sono state intraprese fino a oggi sotto la guida dei commissari crediamo fermamente che ci sia ancora molto lavoro da fare prima che Lufthansa sia nella posizione di entrare completamente nella prossima fase del processo", ha detto il manager nella lettera ripresa dalla Reuters.

Una significativa ristrutturazione della compagnia che passi anche attaraverso una serie di tagli significativi. Che è un po' come se io d...

Intanto sul prestito ponte da 600 milioni che il governo italiano ha concesso ad Alitalia ad aprile 2017, esteso ad ottobre di altri 300 milioni, è finito nel mirino della Unione europea dopo i molti reclami presentati dai maggiori concorrenti, convinti che non rispetti le condizioni di mercato.

Per questo si aspetta ora una notifica da parte italiana, che comunque non pregiudicherebbe l'esito dell'indagine: gli aiuti concessi potrebbero quindi essere giudicati legittimi.

Share

Advertisement

Related Posts

De Laurentiis: io, Sarri, il mercato. Adesso vi dico tutto
Sarri dovrà misurare quanto questi innesti facciano al suo caso, è lui il finalizzatore delle decisioni nostre. L'incontro con Sarri: "Si, alla vigilia del suo compleanno sono stato a Figline , è un posto fantastico.

Macron a Roma: incontro con Mattarella e Gentiloni
Abbiamo un'opportunità inedita, l'Europa sta riuscendo a uscire dalla crisi dopo dieci anni", ha detto Macron . Il modello sarebbe il celebre 'Trattato dell'Eliseo', che Parigi siglò con la Germania dell'Ovest nel 1963.

PSG, Thiago Silva conferma: "Pastore ha chiesto la cessione". L'Inter alla finestra
Non è vero che spero di andare via, mi piacerebbe restare per terminare la mia carriera qui ". L'ex Palermo ha aggiunto: "Il mio sogno è sempre stato quello di andarmene per ultimo.

Dissidia Final Fantasy NT: svelati i primi dettagli sul Season Pass
Le battaglie sono state leggermente abbreviate e ora ci sarà anche l'effetto "Medaglia leggera". Nuovo equipaggiamento legato al PvP sarà disponibile.

Il dramma di Luigi finisce su Rai 3: "Chi ha visto, parli!"
Il programma, come di consueto, si rivolge ai casi di persone scomparse e a fatti di cronaca ancora irrisolti. Nel corso della puntata Federica Sciarelli si soffermerà anche sul tragico epilogo del giallo di Cornuda.

Bullismo online: star della pubblicità suicida a 14 anni
La ragazzina era conosciuta per aver prestato il volto 8 anni fa a una campagna pubblicitaria di una azienda produttrice di cappelli tipici, la Akubra .

Annunciata la Remastered di Dark Souls 1?
Un altro cambiamento che è stato reso noto è che il Multiplayer verrà esteso fino a supportare sei giocatori contemporaneamente. Su Nintendo Switch in modalità TV la risoluzione sarà 1080p con 30FPS.

Posate e igiene, il galateo della Serracchiani per i sindaci
Le ultime delle 75 pagine dell'Abc si soffermano su aspetti più personali come l'uso delle posate a tavola, l'igiene personale . Ma nelle 75 pagine del vademecum istituzionale, c'è pure il divieto di sandalo, di calzino corto e banditi i gioielli.

Dipendenza da videogame: l'Oms la inserisce tra le malattie
In particolare la dipendenza da videogiochi verrà inserita nella revisione dell'International Classification of Diseases . E dopo le voci, arriva l'ufficialità con un post che la Oms ha condiviso sul proprio sito.

Mafia a Catania, sequestrati beni per 41 milioni di euro
L'operazione è il risultato di una delicata indagine patrimoniale svolta dal pool specializzato nelle misure di prevenzione e composto da poliziotti della Divisione anticrimine e della squadra mobile.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.