Cori inneggiano alle foibe: Macerata diventa un caso

Share
Cori inneggiano alle foibe: Macerata diventa un caso

Si è conclusa senza incidenti rilevanti e un arresto la giornata di ricordo dei martiri delle Foibe.

Ma non sono mancate le polemiche: proprio nel Giorno del Ricordo, Action Antifaschistische (rete di militanti presenti fra l'altro in Germania e Pasi Bassi) ha scandito cori shock sugli eccidi di italiani da parte dei Comitati popolari di liberazione jugoslavi: "Ma che belle le foibe da Trieste in giù".

"I cori che si sono sentiti inneggiare alle foibe sono scandalosi, calpestano morti innocenti e tradiscono gli ideali della Resistenza". L'antifascismo su cui si fonda la nostra Repubblica è democrazia e tolleranza, non violenza cieca e furore ideologico. "Se così non fosse avallerebbero violenti negazionisti che vogliono cancellare la storia". Èsemplicemente vergognoso che la manifestazione antifascista di Macerata sia stata segnata dal ritornello "ma che belle son le foibe da Trieste in giù" senza che nessuno, da questo governo come dalle altre istituzioni sempre pronte a difendere l'accoglienza tout court, abbia sentito il dovere di intervenire per condannare. E che ha dimostrato il motivo per il quale la sinistra antifascista si è riunita nella città marchigiana: sputare ancora una volta sul tricolore, dimenticando - peggio: esaltando - la tragedia di una ragazza fatta a pezzi per mano straniera mentre "sfrutta" il gesto di un folle per la sua bieca propaganda.

Accanto a loro sventolano le bandiere dell'Anpi, di Emergency, di Libera, della Fiom, dell'Arci, di Rifondazione comunista, di Potere al popolo e di alcune associazioni di migranti. Anche CasaPound, in un momento diverso, si è radunata sotto la targa.

Share

Advertisement

Related Posts

Elezioni: Renzi, Pd sarà primo, la sfida è tra noi e M5S
Qualcuno di voi mi ha scritto: qual è il vero obiettivo del Pd? E allora diciamolo con forza. Come estremisti considero i 5 stelle".

Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, Despacito spinto. E Trussardi…
La novità più eclatante di quest'anno è stata sicuramente quella della co - conduzione dell'attore Pierfrancesco Favino . Pierfrancesco Favino (con buona pace delle fans) è felicemente 'accompagnato'.

Disney: maggiori dettagli sul servizio di streaming, arriverà anche in Italia?
Il costo è stimato dai 25 ai 35 milioni per 10 episodi, ma un progetto seriale potrebbe avere anche 100 milioni di budget. Mentre sono in post produzione Magic Camp e Noelle con Anna Kendrick, Bill Hader e Shirley MacLaine.

Slot machine, Milano tra le top d’Italia. Entriamo nella testa degli scommettitori
Milano è tra le città più interessate dal fenomeno, soprattutto a causa delle slot machine. Anche in questo caso, soltanto realtà come Napoli e Roma rimangono davanti alla città meneghina.

Stasera Napoli -lazio - Inzaghi ci crede
Il gol che abbiamo preso un minuto prima della fine del primo tempo ci ha penalizzato, poi abbiamo giustamente perso la partita. Ciro è a secco da una mese, dalla quaterna rifilata alla Spal: in mezzo ci sono state però una sosta e un infortunio.

Quasi mezzo milione di italiani in pensione da oltre 37 anni
Per quanto riguarda i superstiti: da assicurato (ossia una persona deceduta mentre ancora lavorava) 41,5 anni, da pensionato 45,7. Il requisito per il pensionamento di vecchiaia che dal prossimo anno passerà a 67 anni è un riferimento importante.

Addio a Bruno Pace, l'ex rossoblù si è spento a 74 anni
Giocò successivamente nel Prato e nel Padova per poi debuttare in serie A con il Bologna negli anni 70 a 23 anni. Con il Bologna , di cui fu l'ala titolare, vinse uno Scudetto nel 1964 e una Coppa Italia nel 1970.

Mercato auto, Milano regina di immatricolazioni
Ed è di fatto proprio la Lombardia e il suo capoluogo, Milano, a raggiungere un vero e proprio boom di immatricolazioni. Se Milano ottiene i grandi numeri in quanto ad immatricolazioni, le motivazioni sono diverse.

Per Nadal obbiettivo Wimbledon per riprendersi la vetta del ranking
I trofei vinti in carriera da Nadal sono ben 73: 53 sulla terra, 15 sul cemento, 4 sull’erba e uno sul veloce indoor. In pratica, chi tra i due farà meglio a Wimbledon, sarà il numero uno del mondo nel cuore dell’estate.

Calcio: Sarri, squadra e tifosi maturi, niente vertigini
Sul piano fisico? "Abbiamo fatto un mese in cui ci siamo allenati con continuità, questo innalzamento dei volumi di lavoro lo abbiamo pagato nelle ultime gare ma ora ne stiamo traendo beneficio.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.