Chiamano i carabinieri per una lite, ma in casa avevano cocaina

Share
Chiamano i carabinieri per una lite, ma in casa avevano cocaina

Nella notte fra mercoledì 14 e giovedì 15 febbraio i carabinieri del Nucleo Investigativo hanno arrestato due fratelli marocchini di 38 e 33 anni.

Sgominato dai carabinieri un gruppo criminale, costituito da cittadini albanesi che operavano stabilmente nella Capitale e da italiani, dedito al traffico internazionale di droga, principalmente cocaina, importata dalla Spagna e dall'Olanda e distribuita nelle principali piazze di spaccio romane. Come nelle precedenti operazioni, anche in questo caso i due fratelli sono incensurati con permesso di soggiorno, due insospettabili. Da tempo i militari stavano seguendo gli spostamenti dei due extracomunitari, ritenuti tra i principali fornitori degli spacciatori del centro di Prato. Nel corso delle indagini sono stati arrestati due pericolosi latitanti colpiti da ordini di cattura internazionali per reati connessi agli stupefacenti, ai quali gli indagati avevano fornito assistenza e ospitalità.

Sono state individuate le basi logistiche utilizzate dagli indagati, in particolare una abitazione in zona Anagnina, perquisita dai Carabinieri con il conseguente sequestro di 4 chili di cocaina pura al 92 per cento, oltre che di materiale vario per il confezionamento delle dosi e della documentazione relativa alla contabilità del traffico illecito. Lo stupefacente, proveniente dai Balcani, era destinato al mercato Pratese.

Share

Advertisement

Related Posts

Surface Book 2 prenotabile da oggi sul mercato italiano
Noi ci abbiamo provato, qui sotto trovate tutte le informazioni sulle 7 possibili SKU per i due Surface Book 2 e quanto costeranno.

Motu Proprio del Papa: "Rinuncia non atto automatico ma di governo"
Alla base della svolta di Bergoglio l'innalzamento generale dell'età e la delicatezza di certe situazioni diplomatiche. In particolare, con il Motu Proprio , di cinque articoli, si stabiliscono alcune chiarificazione all'art.

Per Nadal obbiettivo Wimbledon per riprendersi la vetta del ranking
I trofei vinti in carriera da Nadal sono ben 73: 53 sulla terra, 15 sul cemento, 4 sull’erba e uno sul veloce indoor. In pratica, chi tra i due farà meglio a Wimbledon, sarà il numero uno del mondo nel cuore dell’estate.

AMD Ryzen con Radeon Vega, grafica integrata senza limiti
Se la presentazione di Ryzen 5 2400G e Ryzen 3 2200G vi ha convinti, preparatevi, perchè non saranno gli unici modelli con cui avrete a che fare nei prossimi mesi.

Stop alla pensione automatica per i vescovi al compimento dei 75 anni
La proroga di un incarico - specifica ancora Francesco - "non deve essere considerata un privilegio o un trionfo personale".

Tutto riguardo il sistema bonus nel casinò
In generale, le condizioni per ricevere i bonus sono creati in modo tale che la probabilità di vincerli è minima. Se perdi, niente, ricerca la felicità da un’altra parte, e avrai abbastanza tempo per agire diversamente.

Roma, Strootman: "Il momento più bello è stato il gol nel derby"
Per questo ho firmato: e' una cosa speciale per me. "Peccato però per non essere rimasti a ruota di Juve e Napoli". Sono più forti di noi, questo è sicuro, purtroppo non siamo competitivi per lottare con loro.

Apple, nuovo baco per l'iPhone: un carattere indiano manda in tilt iOS
Quella dei bug in grado di mandare in tilt i prodotti Apple tramite semplici messaggi è una storia che si ripete ciclicamente. Un blocco temporaneo in cui il telefono rimane fisso nella fase d'avvio per molto tempo oppure si riavvia di continuo.

Elezioni 2018, Il Foglio: "Candidato M5s in Toscana è iscritto alla massoneria"
Stando al Foglio , Landi sarebbe stato iscritto alla loggia Burlamacchi e la sua iscrizione sarebbe andata 'in sonno' dal 5 febbraio scorso.

Australia: premier proibisce a ministri sesso con dipendenti
Sembra dunque essersi reso conto della gravità del gesto del proprio vice. I partiti all'opposizione hanno invitato Joyce a dimettersi.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.