FBI e CIA contro l'acquisto di telefoni Huawei e ZTE, perchè?

Share
FBI e CIA contro l'acquisto di telefoni Huawei e ZTE, perchè?

In occasione di un comitato di intelligence del Senato statunitense, sei alti vertici dell'intelligence americana tra cui i capi della CIA, dell'FBI e dell'NSA hanno messo in guardia gli americani dall'utilizzo di smartphone e servizi cinesi come quelli di Huawei e ZTE. Il motivo è che una posizione del genere permetterebbe al gruppo di "esercitare pressione e controllo sull'intera infrastruttura di telecomunicazioni; di manomettere o sottrarre informazioni sensibili e di praticare un'attività di spionaggio che passerebbe del tutto inosservata".

Huawei, uno dei maggiori produttori di smartphone al mondo, ha cercato più volte di penetrare nel mercato statunitense: proprio di recente aveva stretto un accordo con l'operatore AT & T, che si dice si sia tirato fuori dalla collaborazione dopo la pressione di alcuni legislatori statunitensi.

"Siamo al corrente di una serie di attività governative negli Usa volte a inibire le possibilità di business di Huawei sul mercato statunitense", ha detto un portavoce dell'azienda di Shenzhen.

A gennaio di quest'anno il deputato texano Mike Conawan ha preso di mira le due società cinesi affermano che le loro tecnologie usate in smartphone, router e altri dispositivi di rete, sono sfruttate per spiare le agenzie federali degli Stati Uniti. Come ricordato da PCWorld, è dal 2012 che Huawei viene considerata negli USA come "una spia", prima ancora di diventare popolare come produttore di smartphone ma era nota principalmente come produttore di apparecchiature di rete. "I governi e i consumatori di 170 paesi nel mondo si fidano di Huawei; non poniamo un rischio di cybersicurezza superiore a quello di qualsiasi altro produttore, considerato che [con i nostri concorrenti] condividiamo capacità di produzione e catene di fornitura globali".

I piani di Huawei di conquistare il mercato statunitense potrebbero subire delle brutte sorprese, in negativo ovviamente. All'inizio del mese di febbraio, riporta il sito Mashable, i senatori dell'Arkansas e della Florida hanno presentato una proposta di legge per impedire al governo degli Stati Uniti di acquistare o noleggiare apparecchiature di rete da Huawei o ZTE. "Consentire a Huawei, ZTE e ad altre entità correlate di accedere alle comunicazioni del governo degli Stati Uniti sarebbe come invitare la sorveglianza cinese in tutti gli aspetti delle nostre vite".

Share

Advertisement

Related Posts

Elezioni, a Benevento sorteggiati gli scrutatori: ecco i 596 nomi
La Commissione elettorale ha provveduto alla designazione degli scrutatori per le elezioni politiche del 4 marzo . Vorremmo una politica che si facesse guidare dai problemi e dai bisogni delle persone.

Champions League, Porto-Liverpool termina 0-5: reds con un piede ai Quarti
La squadra di Juergen Klopp è passata in vantaggio al 25' con Mane , servito da Wijnaldum , e ha raddoppiato con Salah al 29'. Finisce 5-0 per il Liverpool che si presenterà ad Anfield nella gara di ritorno con tutta la tranquillità del caso.

Ferrero svela: "Ho provato a prendere Cutrone"
Ferrero ha però messo gli occhi anche su altri gioielli rossoneri: "Nel vivaio del Milan ci sono altri 2-3 ragazzi bravi". Il tempo mi darà ragione, la pressione a Roma è enorme ma dategli tempo e fra qualche anno varrà 100 milioni .

Centinaia di bici rubate su tetto capannone a Milano
Per evitare occupazioni, infatti, aveva messo in sicurezza l'area e abbattuto le scale. Disposte sul tetto di un capannone industriale in viale Fulvio Testi a Milano .

Juventus infortuni ultimissime: Khedira e Mandzukic a rischio derby di Torino Video
Problema ai flessori per Khedira , all'anca per Mandzukic: entrambi in dubbio per il derby di domenica contro il Torino . Ancora dubbi sulla presenza di Sami Khedira domenica prossima nel derby contro il Torino .

Ghoulam: 'Grazie ai compgani. Scudetto? Si crede, ma non si dice'
Il ragazzo ha espresso chiaramente le sue motivazioni, che per quanto discutibili vanno accettate poiché sono scelte personali. Fa male quando qualcuno mette in discussione l'amore per la tua patria, ma tutte le accuse mi hanno rinforzato.

Il tribunale di Firenze dichiara il fallimento della Braccialini
Accordi che per i giudici fallimentari sarebbero "relativi a duplicazioni di fatture e pagamento 'per spalmatura'" di debiti pregressi, già maturati con gli stessi quattro.

500.000 copie vendute per Kingdom Come: Deliverance
Sono cifre che vanno prese con le pinze, dato che, come detto, da tempo la casa di Redmond non fornisce dati ufficiali. I risultati di vendita su PlayStation 4 e Xbox One saranno invece disponibili tra circa un mese.

Caso Alcoa, firmata la cessione dello stabilimento di Portovesme
Per quella definitiva potrebbe volerci circa un anno ma, trattandosi di un processo graduale, tra sei mesi potrebbe già vedersi qualcosa.

Sassuolo, Carnevali a De Laurentiis: "E' un provocatore"
A gennaio non cediamo, è successo lo stesso con Simone Zaza e Gregoire Defrel in passato. Io lavoro per il Sassuolo e sono professionale”.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.