Isabella Biagini è morta: l'attrice e soubrette aveva 74 anni

Share
Isabella Biagini è morta: l'attrice e soubrette aveva 74 anni

Si è spenta all'età di 74 anni Isabella Biagini. A Novembre circa la donna è stata colpita da un'improvvisa ischemia.

E' morta l'attrice e showgirl Isabella Biagini a Roma, questa mattina. Le sue ultime apparizioni televisive sono avvenute all'interno della trasmissione di Barbara D'Urso, Domenica Live.

Nella puntata di Domenica Live andata in onda domenica 4 marzo 2018, la padrona di casa aveva toccato anche l'argomento riguardante il presunto figlio segreto dell'amatissima attrice.

"Avevo comprato una casa per mia figlia Monica". Quando è morta sono entrata in depressione. Il mio fratellastro e sua moglie mi dissero "vieni a vivere in villa con me".

La travagliata esistenza di Isabella Biagini è stata sconvolta da fatti di cronaca che l'hanno segnata duramente.

Isabella Biagini esordì nel 1995 con una piccola parte nel film "Le amiche" di Michelangelo Antonioni, il quale la notò appena dodicenne. In quelle circostanze ha raccontato gli attriti che ha avuto con il fratello e ha anche svelato i tanti problemi, che è stata costretta ad affrontare in questi ultimi anni. La mattina dopo mi ha portato in banca e si è messo d'accordo con un suo amico, mi hanno fatto fare degli assegni intestati a lui. e io intanto sono rimasta in un alloggio che ora mi vogliono togliere, senza nemmeno i soldi per le medicine. Poi il passaggio alla tv, con ruoli comici e da svampita in tanti varietà degli anni Sessanta e Settanta e la partecipazioni a diverse commedie all'italiana da Amore all'italiana di Steno a Boccaccio di Bruno Corbucci, e commedie musicali da Non cantare, spara (1968) con il Quartetto Cetra a Bambole, non c'è una lira (1978) e C'era una volta Roma (1979). Bellissima e simpatica, è stata una vera diva.

Share

Advertisement

Related Posts

Juve, Allegri: "Buffon non è da condannare, va capito"
Partite come quelle di Madrid fanno venire grandi stimoli, le la Juventus per il suo dna comunque ti dà stimoli tutti i giorni. Avete presente gli imprevisti, a Monopoli? L'unica cosa, indipendentemente dell'episodio, ha valutato il tempo del recupero .

Siria, la dura condanna di Putin: "Un atto di aggressione"
Putin per questo chiede una nuova convocazione urgente del Consiglio di Sicurezza Onu perchè i raid sono avvenuti senza l'avallo del consiglio stesso e in violazione del diritto internazionale.

F1, Bahrain: Raikkonen investe un meccanico
Sfortunato invece Grosjean che ha potuto compiere solo 6 giri per un principio d'incendio provocato dal freno posteriore sinistro. Nel primo tentativo della Q3 era stato Raikkonen a dettare il ritmo, staccando di poco più di un decimo Vettel .

La furia di Zidane: "Parlare di furto è vergognoso, sono indignato"
Le parole di Buffon : "Buffon ha detto quelle cose in un momento di concitazione". Ma noi abbiamo meritato di passare , questo è quello che mi interessa.

Donnarumma fa 100 in A, tutti i numeri ei record di Gigio
Fu proprio quella la data del suo esordio in maglia rossonera, un Milan-Sassuolo che segnò l'inizio della carriera di un ragazzo capace di infrangere numerosi record.

Juventus, Napoli ed Inter su un gioiello della Sampdoria. I dettagli
Juventus Sampdoria rappresenta il primo posticipo nella 32^ giornata del campionato di Serie A 2017-2018: si gioca alle ore 18:00 di domenica 15 aprile.

Vettel ci crede, Hamilton non ride più: "Si è perso"
A seguire le due Red Bull , stabilmente terza forze del Campionato ma non ancora in grado di impensierire i due team là davanti. Al di là di come vadano le cose in gara la Ferrari riparte da una certezza: da sei anni non centrava due pole consecutive.

Berlusconi: resto leader FI, non si creano leader a tavolino
Al quale chiedono di fare un "passo di lato" per favorire un'intesa con la Lega. "Errore tremendo Italia non sia complice". Una settimana - che doveva essere decisiva - è passata senza nessuna reale trattativa e senza nessun progresso.

Mercato Roma, contatto Monchi-Raiola per Bonaventura
Raiola , sta sondando il terreno con la Roma per trovare una sponda importante per fare l'ennesimo sgarbo al club rossonero. Al momento siamo ancora nelle fasi iniziali, ma le premesse per l'operazione ci sono tutte.

Scambio Suso-Callejon, a decidere sarà la volontà dei calciatori
Lo spagnolo, come detto, piace parecchio ai vertici di via Aldo Rossi, così come Suso piace (e non poco) al Napoli . La sensazione è che una possibile partenza potrebbe avvenire solo in caso di addio dell'allenatore toscano.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.