Conchita Wurst: "Sono HIV+"

Share
Conchita Wurst:

"Oggi è il giorno in cui ho deciso di liberarmi da questa spada di Damocle: sono HIV+". È una confessione liberatoria quella affidata ad Instagram dall'artista e cantante austriaca Conchita Wurst. Nel 2011 ha creato il suo personaggio drag queen e adottato il nome d'arte che ha un preciso significato: la parola wurst viene utilizzata in sostituzione dell'espressione non me ne importa niente; mentre il nome Conchita gli è stato suggerito da un'amica cubana, come nome sexy. "Un mio ex fidanzato minaccia di rendere pubblica quest'informazione privata, e io non darò a nessuno il diritto di spaventarmi e influenzare la mia vita in futuro".

La Wurst sottolinea di aver ricevuto cure mediche da quando ha ricevuto la diagnosi.

Conchita Wurst, quattro anni fa vincitrice dell'Eurovision Song Contest con il brano 'Rise like' a Phoenix, ha precisato anche di non aver reso nota al pubblico la sua diagnosi sia per risparmiare alla sua famiglia la pubblicità, sia "perché secondo me è un'informazione rilevante solo per le persone con le quali c'è una possibilità concreta di avere contatti sessuali". A loro avrei risparmiato volentieri l'attenzione di avere un figlio, nipote e fratello con l'HIV. Fare coming out è meglio che ricevere outing da terzi. "Spero di dare coraggio agli altri - ha aggiunto - e di fare un altro passo contro la stigmatizzazione di persone che, attraverso il loro comportamento o quello degli altri, sono state contagiate dall'Hiv". Sto bene, e sono più forte, più motivata e più libera che mai.

Share

Advertisement

Related Posts

Cinema: morto R. Lee Ermey, il sergente Hartman di Full Metal Jacket
Dopo il ruolo in Full Metal Jacket , che gli valse anche una nomination ai Golden Globe, Ermey lavorò in decine di altri film e serie televisive.

Starbucks, vogliono usare il bagno: arrestati clienti neri
L'episodio ha fatto il giro dei social, dove gli è stato affibbiato il grado massimo di razzismo. I clienti non hanno gradito la scena ed è subito partito l'hashtag #BoycottStarbucks .

L'Isola dei Famosi 2018: Elena Morali contro Cecilia Capriotti
Cecilia Capriotti si è così difesa: "Non volevo che nascesse un caso, questa storia è diventata un po' pesante". Cecilia ha detto che ho mandato Paola da Marco per dirle che mi piaceva? QUI potete rivedere il diverbio.

Gasperini: "Inter sa colpire anche se subisce! Nella ripresa ci siamo difesi"
Abbiamo incontrato una squadra forte che gioca per la Champions, noi abbiamo giocato con coraggio. Rafinha? Gli dispiaceva per l'errore che ha fatto prima di uscire, ma ci può stare.

Le ultime su Atalanta-Inter, la grande occasione di Barrow
La corsa verso l'Europa si è dunque terribilmente complicata ma a questo punto è giusto, a mio avviso, fare delle considerazioni. Globalmente il risultato ci può stare, magari andando in vantaggio noi avrebbe preso un'altra piega ma non si può sapere.

Roma e Latina. Arresti per frode fiscale e riciclaggio
A Maietta l'ordinanza è stata notificata in una clinica privata dove si trova dopo un incidente avvenuto nella sua abitazione. Tra i destinatari dell'ordinanza di arresto anche l'ex deputato pontino Pasquale Maietta e la sua socia Paola Cavicchi .

Bologna - Verona, le formazioni ufficiali del match
Tiro da buona posizione dell'argentino, che intercetta un rinvio corto di Vukovic , ma il legno gli nega la gioia del gol . Per la 14' partita in questo campionato, il Verona ha terminato il primo tempo senza registrare tiri nello specchio.

Marijuana legale: effetto stupefacente nel primo shop di J-Ax a Milano
All'interno del punto vendita non può mancare la sua Maria Salvador , che prende appunto nome dall'omonima canzone. Parole queste che sicuramente lasciano riflettere e potrebbero creare anche delle polemiche.

Boeri:attendo risposta Fico su denuncia Inps anomalia figurativi
In aggiunta a un sistema troppo generoso, i parlamentari si sono dati un ulteriore privilegio. Sotto accusa anche il reddito di cittadinanza voluto dai 5Stelle.

Cambridge Analytica: Zuckerberg di nuovo in aula
Ieri il fondatore di Facebook aveva ammesso gli abusi effettuati sugli account degli utenti nel caso Cambridge Analytica . Lo ha detto Mark Zuckerberg , Ceo di Facebook , nel suo secondo giorno di testimonianza al Congresso Usa .

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.