Non c'è obbligo di digiuno per i bambini durante il Ramadan

Share
Non c'è obbligo di digiuno per i bambini durante il Ramadan

Il calendario islamico è un calendario lunare in cui l'anno zero corrisponde al 622 d.C., anno in cui il profeta Maometto e i primi devoti musulmani si trasferirono dalla città di Mecca a quella di Medina, nella emigrazione storica nota come l'Egira.

Perché il Ramadan non è mai nello stesso periodo dell'anno?

Il digiuno dipende dagli orari dell'alba e del tramonto e per questo motivo varia in ogni area geografica del mondo.

Secondo la tradizione islamica, i primi versi del Corano furono rivelati al profeta Maometto proprio durante il Ramadan, nella notte di Laylat al-Qadr, che corrisponde a una delle notti dispari negli ultimi dieci giorni del mese. Non essendo certo quale sia esattamente il giorno, i musulmani sono soliti passare in preghiera tutte le notti dispari degli ultimi dieci giorni. Quindi non si fuma, non si beve, non si mangia, non si mente, niente linguaggio scurrile, non si fa la guerra, e anche tagliare un albero è "fare la guerra". Al contrario si deve meditare e pregare, se non fare più bene possibile, la beneficienza ad esempio. Nei paesi in cui il sole non tramonta, i praticanti rispettano i tempi della Mecca. Molti fedeli sostengono inoltre che il digiuno permette loro di provare una senso di povertà.

Molte sono quindi le deroghe permesse dall'Islam: i bambini in primis, i malati impossibilitati, le donne gravide o in fase di ciclo e il viaggiatore; questi possono essere esenti dal sostenere il digiuno.

Se una persona non è in grado di digiunare può decidere se recuperare i digiuni durante l'anno, prima dell'arrivo del prossimo Ramadan, o se dare un pasto a un povero per ogni giorno di digiuno che salta.

Per disciplinarsi e purificarsi. Durante queste pratiche i fedeli dovrebbero imparare a controllare le voglie e a reprimere gli istinti, riuscendo in questo modo ad avvicinarsi a Dio.

Il Presidente della Comunità Islamica di Piacenza Ylli Kaiku, invece, è intervenuto per il saluto iniziale ricordando come questo percorso che si sta delineando è importante ed in cui la Comunità stessa si mette a piena disposizione delle Istituzioni (in questo caso la scuola) per fronteggiare un tema delicato e importante al contempo.

Si può mangiare qualsiasi cosa al termine del digiuno? Segue poi un pasto abbondante.

LA FESTA La fine del Ramadan segna l'inizio di una delle due principali festività islamiche, Eid al-Fitr, la "festa della fine del digiuno". Tra i fedeli ci si scambiano gli auguri di buon Eid, si indossano vestiti adeguati, si partecipa a processioni e ci si scambiano regali. La maggior parte dei fedeli dona soldi in beneficenza per assicurarsi che anche i meno fortunati possano festeggiare.

Chi dovesse contravvenire volontariamente a qualche regola, a cominciare dal digiuno, ha l'obbligo di rimediare attraverso atti di carità verso i bisognosi, come offerte di cibo o di denaro, o attraverso il prolungamento dell'astinenza fino a un periodo di 60 giorni.

Share

Advertisement

Related Posts

Grande Fratello: Stefania Pezzopane entra nella casa
Dov'è il pouf? Qualcuno ha detto che io somiglio a quel pouf, ma quel pouf una testa non ce l'ha, io ce l'ho. Ho scelto un uomo diverso da me, ma non per questo questo amore non merita attenzione e rispetto.

Elena Morali e Scintilla visti insieme in pizzeria. Sarà passata la crisi?
Riusciranno a tornare insieme e a coronare il sogno del matrimonio? Appassionato di televisione, radio, spettacolo e scrittura. Ha fondato e cura i siti di un'associazione culturale e musicale, di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano.

Cannes 2018: Kristen Stewart, via i tacchi sul red carpet. Le foto
Dopo giorni di photocall, proiezioni, interviste e immancabili party, anche lei ha iniziato a dare i primi segni di cedimento.

Pirelli, Tronchetti: indipendenza e successo
Così il Ceo di Pirelli , Marco Tronchetti Provera , interpellato in merito alla partecipazione del gruppo in Rcs, pari al 4,7%, nel corso dell'assemblea degli azionisti.

Di Maio lascia Montecitorio e va al Quirinale per consultazioni
Ad aprire l'ennesimo giro di consultazione, alle 16 :30, saranno Luigi Di Maio , Danilo Toninelli e Giulia Grillo per i 5 stelle. Intanto i sondaggi politici danno in crescita di popolarità la Lega e in lieve calo il M5S.

Giudice sportivo: tre giornate a Veretout e tre squalificati nella Spal
Si parla di 4 possibili giornate, che costerebbero al centrocampista francese la squalifica per la trasferta a San Siro e per l'inizio del prossimo campionato.

Bruxelles, monito al nuovo Governo: riduca debito e rispetti impegni UE
Così il commissario europeo alla Migrazione Dimitris Avramopoulos ha risposto ad una domanda. E' quanto ha spiegato Dombrovskis.

Usa, è morto lo scrittore Tom Wolfe
Il suo romanzo più importante è " Il falò delle vanità ", pubblicato nel 1987, con cui è diventato famoso in tutto il mondo. Ha scritto per il Washington Post , il New York Herald e la rivista Esquire .

Lazio, Immobile dovrebbe recuperare per l'Inter: dubbio Parolo
Prima effettuerà degli esami di controllo che dovrebbero confermare i progressi che sono stati fatti registrare negli ultimi giorni.

Sì ai social per le suore di clausura
I precedenti casi di suore sui social - Il fenomeno delle suore che utilizzano i social era esploso già anni fa spaccando l'opinione pubblica.

© 2015 Vivere Milano. All Rights reserved.